martedì 4 maggio 2010

nonna e nipote fall in love!!!



Stasera vi racconterò una storia, una storia che sta scioccando chiunque l'ascolti, ma in particolare la Nuova Zelanda, luogo d'origine di tutto.
La 18'enne Pearl Carter (Indiana, USA)rimane incinta e, sotto l'obbligo dei genitori dà in affidamento la figlioletta Lynette. Nel 1983, Lynette mette al mondo Phil Bailey e quando questo compie 18 anni,gli rivela due segreti; il primo è che è stata adottata e il secondo è che ha un tumore al cervello. Phil si mette subito alla ricerca della nonna, in modo da farle incontrare sua madre, ma il tumore è più rapido e impedisce alle due donne di ritrovarsi. Nel frattempo Phil trova la nonna e dopo poche settimane decide di andare a vivere con lei. Qui arriva lo shock...nonna e nipote s'innamorano!!!!Oggi hanno una relazione regolare e fanno sesso come tutte le altre coppie e (rullo dei tamburi)stanno per avere un figlio!La gravidanza viene portata avanti dalla 30'enne Roxanne Campbell, il cui utero è stato affittato dalla strana coppia per 54,000 dollari. Afferma la nonna-futura mamma Pearl,oggi 72'enne:. In seguito la nonna rivela al tabloid neozelandese New Idea, il momento in cui ha aperto il suo cuore al nipote:. Il 26'enne, nipote-futuro papà Phil, aggiunge:.
In seguito a questa notizia, si sono scatenate infinite diatribe e si sono formati vari schieramenti. C'è chi profetizza il valore dell'amore, la sua cecità e l'assenza di qualunque valore in esso; c'è chi, in opposizione a ciò aborra che una coppia cosi possa realmente avere una relazione equilibrata;c'è chi parla di perversione, chi di fatto contronatura. E' ovvio che un fatto del genere non è cosa da tutti i giorni ( o chissà, da domani lo sarà), ma chi siamo noi a giudicarlo? Ha scandalizzato anche me, questo è ovvio! Ma i due rischiano addirittura la galera!Non è forse una reazione eccessiva?Vorrebbero mettere in galera persone cosi che, in fin dei conti non fanno male a nessuno, mentre gente disonesta, ladri, stupratori, spacciatori e quant'altro scorrazzano sereni e tranquilli senza che nessuno li disturbi?Dov'è la Giustizia in tutto questo?Pongo una domanda che credo sia poi il punto di partenza, di tutto ciò: quanta competenza possono avere organi come la polizia e la religione in un ambito del genere?Fin dove possono spingersi le braccia della Legge?Oltre a un evidente imbarazzo, quali altri effetti disastrosi può avere una notizia come questa? E' importante se vogliamo EVOLVERCI imparare a scardinare i nostri schemi mentali, a pensare con la nostra testa e a chiederci continuamente:. E in base alle nostre risposte:
Che una notizia cosi possa essere straordinaria, scioccante e addirittura sconvolgente è ovvio!Ma dopo lo shock, lo sconvolgimento e l'essere stati travolti dalla cosa,che resta?Resta che Pearl e Phil vivono felicemente in Nuova Zelanda e che stanno per avere un figlio coronando cosi, il sogno di una vita. Resta che sono innamorati e che godono dell'estasi e dell'euforia di questo sentimento, di cui ciascuno di noi conosce bene gli effetti e anche le conseguenze. Sostanzialmente resta che in un modo magari inusuale e imprevedibile queste persone hanno raggiunto la felicità. Dopotutto c'è forse un ricettario da seguire alla lettera, per raggiungere la felicità? A voi le risposte, che sono certa usciranno serenamente dal vostro più profondo del cuore.

Quegli occhi...


Quel ragazzo...
Quegli occhi.

Scuri, profondi, intensi come la notte più profonda:quella che non ha sogni.
Quella dove nemmeno gli incubi sostano.
Scuri come una di quelle notti senza pensiero che ti portano in dono, solo il riposo.

Ma in quegli occhi non c'è il riposo.

In quegli occhi c'è passione, perdizione, fame di desiderio;
C'è il sudore di due corpi che fondendosi lasciano libere anche le loro anime.

C'è la sensazione di essere incatenata da quegli occhi; ci sono catene, al sol guardarli per un breve istante, che ti fissano al suolo, lì dove sei, impedendoti ogni movimento.
Quegli occhi consentono un sol movimento: quello del tuo stomaco che lentamente s'attorcina in un unico blocco.
Quegli occhi....