sabato 9 ottobre 2010

Una nuova tela


Una nuova tela ed è un nuovo mondo che bussa alla porta per poter entrare.
Una nuova tela è una secchiata di colori che impertinente vuole macchiare indelebilmente il suo candore.
Una nuova tela e il cuore si sente finalmente libero di poter parlare...
Ogni volta che compro una nuova tela, mi si accende un braciere alla bocca dello stomaco.
Il suo candore mi accieca e alto è il desiderio di imprimerci un qualcosa di mio.
Tutto quello spazio spazioso; tutto quel candore...quasi mi dà fastidio! Perchè mi fissa in quel modo? Cosa vuole da me?
E la risposta giunge chiara: vuole che io prenda il pennello, lo intinga prepotentemente nel colore e lo pigi su di essa ferendola di pigmento.
La tela gode quando il pennello la sfiora; è una donna che si lascia leccare dall'amante; che si lascia esplorare per non morire in se stessa.
La tela è una signora vogliosa, che sotto la doccia si ricopre di tinta e si maschera di essa.
La tela è una risata fragorosa, che schiocca nelle orecchie vergini sconvolgendole di verità.
Non potrei stare senza il colore e non potrei stare senza le tele...loro sono l'amica che mi porge la spalla e che si lascia fare tutto quello che mi è necessario x poter guarire...

Nessun commento:

Posta un commento