martedì 14 ottobre 2014

INNAMORATA DI TE, SIN DA QUANDO...


Penso di essermi innamorata di te sin da quando, quella sera, ti sei voltato al mio richiamo. Una parte di me già ti stava tra le braccia, mentre sfilavamo tra la folla.




Penso di essermi innamorata di te, sin da quando abbiamo messo a fuoco i nostri volti, da quando ho udito la tua voce e poco dopo, i tuoi pensieri.




Penso di essermi innamorata, perché non c'era nulla di te che strideva, mentre lievemente combaciavi sull'anima mia;
già ti conoscevo, pur non avendoti mai incontrato prima.

Capita sai, che noi donne diciamo "vorrei un uomo che avesse quel sorriso, quel naso...
e tu hai non si sa come, il meglio di tutto. 
E' il caso di dire: sei tutto ciò che ho sempre sognato. 
Sei la scrematura positiva che resta dopo la fine delle mie storie; 
sei i disegni senza tecnica scarabocchiati qua e la; 
sei le lacrime e le silenti preghiere di un'adolescente; 
sei le interminabili pagine di diario di una ragazzina troppo cresciuta.
Sei i sogni ad occhi aperti cantati a squarciagola al cielo e quelli ad occhi chiusi, creati dal più profondo del mio cuore e fatti rivivere in innumerevoli notti.

Penso di essermi innamorata di te perché mi rendevi felice con niente, perché mi trovavi strana, perché cozzavo con quell'habitat in cui comunque sguazzavo...e ti vedevo. Mi osservavi come uno che, divertito da una creatura incontrata per caso, la vede muoversi e respirare, cercando di studiarla, decodificarla, o almeno tentando di farlo.

Ci ridevano le anime nel conoscerci, e quando ci siamo baciati, queste hanno pianto di gioia: "Finalmente t'ho trovato".

Ci sono infinite leggende sul vero amore.
Quelle che dicono sia uno e uno solo per l'eternità; quelle che dicono ce ne sia uno solo per la vita; quelle che non credono esista e ancora, quelle che credono esistano vari tipi di amore..(a voi il seguito della lista).
Nei miei 26 anni posso dire di aver amato e di aver amato tanto e posso dire di aver provato vari tipi di amore, come di aver fermamente affermato, che esista l'amore della vita e quell'unico amore dell'eternità.
Oggi, posso serenamente confermare quello che ho sempre saputo e che è alla base di tutte queste splendide, affascinanti sfumature dell'amore.


E' UN RICONOSCERSI.

Tu vai per la tua strada, scavalcando quelli che definisci scogli o impedimenti, con più o meno facilità e man mano che vai avanti, acquisisci sempre più forza nelle gambe e riflessi sempre più pronti e lucidi e scaltrezza, e il tuo intero corpo muta, e diventa un'onda infuocata che quasi non li sente più, quegli scogli..



finché non ti trovi un'altra persona che è al tuo fianco, alla tua stessa altezza, con la tua stessa potenza, con lo stesso fuoco. 
Lui ti sta accanto senza fatica e anzi si diverte a mostrarti quanta facilità ha nell'avere il tuo passo; quanta gioia e voglia ha nel correre con te, il più lontano sia possibile arrivare.

Quella sera, tra la folla, il mio centro di gravità s'è spostato e l'ho sentito come un'antica colonna, che viene deragliata dal suo eterno restare; ne ho sentito il suono di quella roccia e per un istante ha fatto male.
Poi come sgusciata e liberata, essa è atterrata su di te, il mio nuovo centro.
E quel filo, quel filo bollente che sentivo sfilarmi da dietro le scapole, quel filo che ti teneva saldo a me, mentre ti facevo da Beatrice, quello ancora lo sento fondermi la carne.

Ma se Dio o chi per lui potesse eviscerare in immagini, musica o suoni, tutto ciò che ci siam detti in quel primo bacio, penso porremmo fine alle troppe parole dette nei migliaia di secoli umani, sull'amore.
Il silenzio farebbe da scenografia a tutto quel profondo, commovente vissuto che entrambi avevamo dentro in quel momento, condiviso cosi, quasi per sbaglio.
Giuro su tutto ciò che ho di più caro che mai, mai in vita mia ho provato una cosi dirompente confusione estatica, che con cosi tanta consapevolezza mi guidava verso una felicità da sogno.

Ed è con queste brevi parole che tento disperatamente di dirti, col cuore ancora a mille nel ricordare quei momenti, che t'amo, t'amo, t'amo e che mi commuove tutta la felicità che mi dai.

TI AMO!



Nessun commento:

Posta un commento