sabato 25 febbraio 2012

THE BLUES BROTHERS

Anni 80'.
I fratelli più bizzarri del panorama musicale, si riuniscono dopo che uno di questi è uscito di galera.
Lo stesso giorno vengono a sapere che l'orfanotrofio dove sono cresciuti rischia di chiudere, cosi si mettono in cerca del denaro che gli occorre.
I due protagonisti si sentono investiti da una missione divina, si credono inviati direttamente da Dio e con la loro "luce" ne combinano di tutti i colori, aizzando l'intera polizia di Chicago, che si mette sulle loro tracce.

Per racimolare i soldi necessari decidono di riunire la band con la quale suonavano nei locali: i Blues Brothers!
Uno a uno, i componenti della band, che ormai avevano prese strade diverse dalla musica, riprendono i loro posti sullo sfondo del palco.
Gli ostacoli però non sono pochi; non ultimo un chiaro tentativo di omicidio da parte di una misteriosa donna.
Ce la faranno i nostri buffi uomini in abito scuro stile mafioso e Ray Ban a salvare l'orfanotrofio?
Regia di John Landis con John Belushi e Dan Aykroyd riempito all'orlo con le comparsate dei Big della musica balck, come Ray Charles e Aretha Franklin.

Ho visto questo film divertita sin dalle primissime scene, colpita dal grande senso comico che si aveva in quegli anni e amareggiata dalla mancanza di questo, nel cinema odierno.
Credo sia stato il primo film che ho visto con John Belushi, attore di cui ho sempre sentito parlare tanto e vorrei vederne altri, perché è stato un vero toccasana di risate!
Apoteosi, la scena finale in cui pompieri, C.I.A., sbirri di quartiere e provincia, militari e squadroni speciali inseguono i due, su per il grattacielo.

Nessun commento:

Posta un commento