martedì 11 marzo 2014

'VALE PER FAVORE MI AIUTI CON LA FACCENDA DEL GAS?'- Limiti LOGICI e UMANI da porre al proprio capo




Il mio capo un giorno arriva in ufficio trafelato con in mano un pacco di scartoffie, la mia reazione: panico puro.
Sapevo cosa mi aspettava.

-'Vale, vedi un po cosa è successo qua col gas? Ci hanno staccato tutto e noi abbiamo 3 figli piccoli! Vedi se riesci a risolvere'.
- 'Ehm...ma cosa è successo esattamente?'
- 'Non abbiamo mai ricevuto le fatture e ora hanno staccato tutto; poi ci hanno detto che dovevamo pagare tutto l'insoluto e lo abbiamo fatto, ma ancora non ci hanno riattivato il gas'.
-'Ma...non avete VERAMENTE mai ricevuto le fatture, oppure non avete appositamente pagato?'
-'No, no scherzi?! Il gas ci serve abbiamo i bambini e io pago tutto!'
-'Ok...'. Effettivamente la precisione del mio capo non poteva essere messa in discussione tanto era fiscale.

Tutto ciò è successo circa 3 settimane fa (se non di più) e da quel momento ho iniziato la trafila per venire a capo dell'impiccio in cui ero anch'io finita.

Comincio col chiamare l'Eni, il fornitore con cui era al momento del distacco il mio capo e faccio la solita procedura per parlare con qualcuno. 
Questo qualcuno mi dice che c'era appunto un insoluto e che doveva essere saldato.
Comunico, munita di bollettino postale, che il saldo era avvenuto e che il fax per la verifica gli era stato mandato e che occorreva restituire la fornitura di gas per via dei bambini, ma l'operatore mi dice che non è possibile e che bisogna fare un contratto con altro fornitore, perché per colpa del mancato e prolungato pagamento, il mio capo era stato etichettato come 'default', quindi il fornitore si rifiutava di riprendere il cliente.


Secondo step: inizio la ricerca di un nuovo fornitore di gas e scelgo Enel.

Vado sul sito, scelgo la tariffa e faccio il contratto, ovviamente autorizzata dal mio capo e anzi sollecitata a procedere il più in fretta possibile per risolvere.
Mi arriva il contratto con tutti i dati e attendo per giorni una loro chiamata, per fissare un appuntamento con un tecnico e avviare il tutto.
Non ricevendo nessuna chiamata, chiamo io. 
Mi viene detto che il contratto non era potuto partire perché avevamo subito un 'taglio colonna' e che occorreva quindi RI - chiamare il nostro vecchio fornitore, chiedere a loro la riapertura della colonna, poi richiamare loro una volta aperta e far partire il contratto che (mi era stato detto) sarebbe rimasto in stand by fino alla riapertura della famosa colonna.

Secondo voi posso sapere cos'è una colonna nel settore dell'energia?... Tanto più potevo sapere cos'era un taglio colonna!
Poteva essere benissimo un tizio che viene e butta giù una parete di marmo perché avevamo sclerato con Eni!

RIchiamo Eni Rispiego tutto per la ventesima volta e mi viene detto che per riaprire la colonna dovevamo chiamare il nuovo fornitore, gli dico che il nuovo fornitore lo avevo già chiamato e che era stato proprio lui a dirmi di chiamare loro, al che l'operatore mi dice che dovevo rivolgermi direttamente alla ITALGAS.

Ignorante in materia, mi metto sulle tracce di un servizio clienti Italgas che però: NON ESISTE.

Infatti essendo il distributore nazionale, non ha un servizio clienti, perché i clienti devono rivolgersi solo a fornitori, come appunto Eni, Enel, etc etc..
Esasperata, chiamo comunque il servizio per guasti e pronto intervento, scusandomi perché sapevo non fosse il numero giusto. 
Fortunatamente parlo con un buon samaritano che mi spiega che è compito degli altri fornitori (i famosi Eni, Enel, etc) a doversi dare da fare e risolvere.

RIchiamo quindi Eni, stavolta col dente avvelenato e risoluta RIspiego la situazione all'ennesimo operatore tentennante.
Questo PROVA a dirmi di chiamare Italgas, al che, cieca dalla rabbia gli urlo che NON E' POSSIBILE PARLARE CON LORO e che DEVONO SMETTERLA DI PRENDERE IN GIRO LA GENTE!
Forse spaventato, l'operatore si appresta a cercare di capire meglio la situazione e vengo a sapere che, IL PAGAMENTO ANCORA NON RISULTAVA!
Ricordandomi perfettamente del giorno del pagamento, lo comunico al 'povero ignaro della sua prossima sorte' e lui: 'ah si eccolo non lo avevo letto' (COOOOSAAA?!?! Non risulta perché non hai semplicemente SCROLLATO  la pagina razza di idiota troglodita?!)
Non solo, scopro che sì avevamo avuto l'interruzione del servizio, ma che ANCORA RISULTAVA ATTIVO IL CONTRATTO.
Ormai furiosa urlo con quale logica lavoravano, cioè: staccano il servizio di gas, col quale in GENNAIO forse ci si campa, nel vero senso della parola, MA lasciano attivo il contratto, PUR non potendo PIU' riprendere con loro il cliente: WTF?!?!?!?!

Mi complimento con un sarcasmo che stava sciogliendo la cornetta e l'operatore dice di dover prima chiudere il contratto amministrativo, per poi farmi RIchiamare il nuovo fornitore e far FINALMENTE partire il contratto.
Hahaha... ha: era venerdì.
Ergo se la chiusura amm.va partiva, si prevedeva una sua lavorazione nella settimana successiva.

Nel contempo il povero (relativamente) capo continuava a chiedermi dell'acqua calda per i figli e io ringraziavo il cielo di avere tanta pazienza per non svalvolare e mandare al diavolo tutto e tutti.

Passa il weekend e chiamo Eni.
Con l' Ok della chiusura amm.va del contratto posso chiamare Enel e far partire il benedetto contratto.
Enel mi dice che il contratto era saltato, che era stato cancellato e che dovevo rifare TUTTO DA CAPO.

Col nuovo contratto, l'operatrice mi dice: 'Bene, ora devi chiamare Eni per riaprire la colonna, che noi non lo possiamo fare'.
Le madonne che in quel momento sono scese solo lassù le sanno e non starò di certo ad elencarle qui, ma potete immaginarle e conto sulla vostra copiosa fantasia.
Non c'è scampo, devo RIchiamare Eni.
Ennesima chiamata ennesimo operatore che mi dice che per la delibera 99/11 non possono riaprire la colonna e che devo cercare un nuovo distributore di zona, perché loro non potevano proprio fare nulla.

Apro internet e mi metto a cercare...l'unica a saltare fuori è la Italgas. Sul sito nazionale però, trovo un numero  e mi ci fiondo.
Al telefono risponde un incompetente che nel mentre che stava in conversazione con me, chiedeva come passare la mia chiamata a un altro tizio, fatto sta che cade la linea.

Richiamo e RIparlo con la tipa che mi aveva precedentemente passato all'invertebrato.
Che sbrigativamente mi dice che quello non era il numero giusto e che dovevo chiamare Eni.
Non volevo crederci.
                                                                                       



Come se non bastasse la tipa mi attacca praticamente il telefono in faccia, dicendomi che aveva altre chiamate sotto e che dovevo mandare un fax di verifica del saldo dell'insoluto e faccio appena in tempo a prendere il numero che mette giù.
Mando subito il fax e allego pure il bollettino poi RIchiamo la frettolosa, quasi con le lacrime dal nervosismo e comunico che avevo mandato il fax.
Lei sempre frettolosamente mi dice che non potevo chiamare li che aveva altre chiamate e al mio: 'SCUSI E IO CHE SONO?! STO CERCANDO DI CAPIRE E MI DITE MILLE COSE DIVERSE, NON POTETE FARE COSI!' lei si calma e sento che fa, a un'altra cornetta 'Dai...ora ti devo lasciare ti richiamo dopo'.
La stronza era a telefono con un'amica o con l'amante, non lo so e voleva attaccare per questo motivo, non per altro!!!
Mi risparmio i commenti perché mi premeva risolvere e lei mi spiega che a questo punto dovevo solo aspettare che venissimo richiamati noi, perché avevamo fatto tutto il possibile per risolvere e che le tempistiche per un riallaccio dopo una morosità erano 'lunghette' (cit.)

Ci tengo a precisare che non ci hanno dato tempistiche, che ancora attendiamo, che il mio capo ha sempre i bimbi piccoli, che l'errore a monte è stato del fornitore e che NESSUNO SA MAI NIENTE. In ultimo, ma non ultimo, con lo scoprire che la segretaria stava chiacchierando allegramente con un suo amico/a e che il tipo non era in grado di passare una chiamata da una stanza all'altra, credo che di disoccupazione MERITATA ce ne sia ancora poca.

VERGOGNA.

PER IL FUTURO: Il capo ti chiede di aiutarlo a risolvere un problema con l'energia?
Brucia casa e comprane una nuova, fai prima ;)


7 commenti:

  1. Risposte
    1. Ciao ho avuto modo di leggere il blog ed ho ttrovato questo avvenimento volevo chiederti come fossi riuscita a risolvere la faccenda? io mi trovo nella stessa situazione e non so piu dove sbattere la testa... Spero mi potrai aiutare!
      Grazie in anticipo...

      Elimina
  2. Aiuto come hai fatto a riallacciare il gas

    RispondiElimina
  3. Anche a me come hai fatto a riallacciare il gas

    RispondiElimina
  4. Ciao!
    Alla fine quanto sono stati "lunghetti" questi tempi?
    Io ho preso in affitto una casa e ho scoperto ora che il precedente inquilino aveva subito un taglio colonna da e nn eni...
    Grazie un saluto

    RispondiElimina
  5. Ciao!
    Alla fine quanto sono stati "lunghetti" questi tempi?
    Io ho preso in affitto una casa e ho scoperto ora che il precedente inquilino aveva subito un taglio colonna da e nn eni...
    Grazie un saluto

    RispondiElimina