domenica 11 luglio 2010

Eclipse


Il terzo capitolo della saga di Twilight sbaraglia completamente il successo ottenuto dai primi due film. Il regista, David Slade ottimizza le scene d'azione gettandoci quella giusta quantità di sentimentalismo che, si sa, addolcisce la pillola.
Isabella Swan, ormai per tutti Bella, prende REALMENTE consapevolezza del triangolo amoroso che la vede contesa tra l'affascinante vampiro Edward e l'attizzoso licantropo Jacob. Mentre i legami del triangolo si rafforzano e la confusione di Bella, seppur ben mascherata, aumenta, la città di Seattle viene attaccata da un ritenuto misterioso serial killer, che causa angoscia e terrore. Nel frattempo, dall'Italia giunge la minaccia dei Volturi, l'antica casata reale dei vampiri, che avendo saputo delle misteriose sparizioni a Seattle e sentendo puzza di ' vampirismo', si recano sul posto, per vedere di cosa si tratta. Quando i Cullen e i licantropi sanno di questi avvenimenti, decidono di allearsi, per risolvere la questione. Ciliegina sulla torta è l'inarrestabile sete di vendetta di Victoria, che vuole massacrare Bella in nome del compagno James, fatto fuori nel primo episodio della saga. Il film ha un ottimo inizio; mentre i primi due episodi cominciano con la protagonista e le sue pare mentali, questo comincia con il mistero, il giallo di Seattle e poi ritorna alla narrazione della storia di Bella. I personaggi sembrano sbocciare in loro stessi, prendere coscienza dei loro ruoli, dei loro sentimenti, dei loro punti deboli e di quelli forti. In certi momenti sembra assistere a uno scontro tra titani, come quando Edward, avvelenato per il furto di un bacio a Bella da Jacob, corre a casa della ragazza per "mettere in guardia" il focoso e impulsivo licantropo. Si assiste alla famosa goccia che fa traboccare il vaso e si mettono a nudo gli impulsi, spesso repressi, dei singoli personaggi. Edward e la sua gelosia combattuta con la sua etica; Jacob e il suo amore per Bella e anche la provocazione nei confronti del vampiro e infine Bella, che sceglie di mettersi tra i due e di dividerli, come per racchiuderli in due differenti bolle d'aria, dando peso prima all'uno e poi all'altro. Ma è cardine quanto dolcemente viene poi a galla, ovvero che la scelta della ragazza, non è tra il vampiro e il licantropo, ma tra due parti di se stessa. E' la scelta di una vita ; la scelta di una vita tra due vite. Il film è carico di suspence, azione, scontri fisici arricchiti da sottofondi agghiaccianti e una gamma emozionale, molto vasta. Il regista ha agganciato per bene gli spettatori e fa si che questa corda, li tenga allo schermo, per tutta la durata del film. Nuovamente azzeccate le colonne sonore, che zampillano nelle scene e gli effetti speciali, che sembrano perfezionati, più puliti e realistici. Si assiste a un cambio di attore, nel ruolo di Victoria, interpretata con grinta da Bryce Dallas Howard.
Il cambio di regista è stato, secondo me, il fattore fondamentale, che probabilmente ha ancorato maggiormente i fans della saga, che spinge i nuovi ad appassionarvisi e che fa ricredere tutti quelli che la sottovalutavano.
Consiglio, come sempre faccio nel mio blog, la visione di questo film che sicuramente non vi deluderà, perchè è stato in grado di sconvolgere e sorprendere persino me, che ho letto tutti e 4 i libri per più di 6 volte ^_^

Nessun commento:

Posta un commento