domenica 4 luglio 2010

Gli Abbracci Spezzati



Il 2009 è stato il ventre, dove è venuto alla luce, un'altra creazione di Pedro Almodòvar: Gli Abbracci Spezzati. Una storia creata in un secchio di metallo, con un pò d'acqua sul fondo. Il primo pigmento colorato che vi si riversa è il giallo, il mistero continuo, che circonda ogni singolo personaggio della vicenda. Il secondo pigmento è il rosso; quel serpente sinuoso che s'intrufola nella mente degli esseri umani e ne acceca la lucidità. Un colore che scalda il cuore e sprigiona sentimenti potenti e irrazionali, come la gelosia. Il protagonista e il narratore della storia è il regista e sceneggiatore Mateo Blanco (Lluìs Homar), che in seguito a un grave incidente perde la vista e l'amore della sua vita, Lena (Penelope Cruz). Il racconto viene a galla dopo 10 anni di continui misteri. Dopo aver perso la vista, Mateo si dedica alla scrittura( usando un programma per ciechi) e firma i suoi lavori con lo pseudonimo Harry Caine. Un giorno, gli fa visita un giovane regista, che si fa chiamare Ray-X (Rubén Ochandiano),che gli propone di realizzare un film per disonorare le memorie del padre,un uomo molto ricco e potente, ora morto, col quale ha avuto un rapporto difficile. Aiutato dalla sua fidata produttrice Judit (Blanca Portillo) e dal figlio di lei, Diego(Tamar Novas), Mateo riconosce nel ragazzo, il figlio di Ernesto Martel (Josè Luis Gòmez). Dieci anni prima, Ernesto propose a Mateo la realizzazione di un film, che aveva come protagonista,la compagna Lena; film che s'intitolava 'Chicas y Maletas'. Mateo e Lena s'innamorano sul set e tra loro nasce una relazione. Ernesto, che muore di gelosia per la donna incarica il figlio di spiare le riprese e Lena, con una telecamera. Le riprese mostrano chiaramente un'intesa tra Lena e Mateo e una sera, acceccato dalla gelosia e dall'ira, Ernesto spinge dalle scale Lena,che si rompe una gamba. Pur di non interrompere le riprese, Lena continua a girare il film arrivando a una convivenza con Ernesto, insostenibile. Al termine delle riprese, Lena subisce un'aggressione da Ernesto, che la getta senza vestiti per strada. La donna corre da Mateo e i due scappano a Lanzarote diventando irrintracciabili per circa un mese. Solo Judit era al corrente di dove si trovavano i due amanti. Innamorata segretamente di Mateo, Judit tradisce i due rivelando a Ernesto dove erano scappati e si lascia corrompere facendo montare le scene peggiori del film,ottenendo cosi un flop. Una sera, mentre Mateo e Lena erano in auto, un fuoristrada li prende in pieno e nell'incidente, Lena muore e Mateo perde la vista. Da quel momento, per Mateo comincia un'altra vita, la vita di Harry Caine; Mateo era morto insieme a Lena. Dopo più di 10 anni, Judit confessa a Mateo il tradimento e i suoi sentimenti per lui e Mateo decide di accettare la proposta di Ray-X e di realizzare quindi il documentario. Judit, però aveva conservato tutte le riprese del film, cosi propone a Mateo di far riuscire 'Chicas y Maletas' e confessa inoltre al figlio Diego, di essere nato da una relazione giovanile,che la madre aveva avuto con Mateo. Scenografie colorate e un ritmo scoppiettante riconfermano l'unicità dello stile, di Pedro Almodòvar, che amo chiamare 'el pintor de las emotiones'.

Nessun commento:

Posta un commento