venerdì 19 novembre 2010

LoSt In TrAsLaTiOn

Tokyo, un attore americano insoddisfatto e amareggiato dalla vita incontra Charlotte, sposata da due anni, con un ragazzo che non le dà attenzioni e non la coinvolge nella sua vita. Il desiderio di fuga, la solitudine e l'insoddisfazione avvicinano i due protagonisti insonni che, lentamente riscoprono il gusto nel ridere, nel comunicare e nel vivere. Pensavo fosse solo un'esperimento quello di 'Somewhere', film della stessa regista, Sofia Coppola proposto al Festival di Venezia di quest'anno...ma ahimè non è cosi. La lentezza, il simbolismo e il profondo tratto intimista sono la firma della regista che però, con questo film ha vinto Oscar e vari premi di riconoscimento. Da notare quante palesi differenze ci sono, nel viversi un rapporto sentimentale, come per esempio, quando Charlotte rivede delle foto e nota l'onnipresente primo piano del marito e la sua eterna posizione marginale; oppure il fatto che la moglie di Jack lo chiama continuamente, mentre lui mai a lei e si dimentica il compleanno del figlio. Mettiamo una lucetta anche alle nostre relazioni, che ne dite?

Nessun commento:

Posta un commento