venerdì 13 maggio 2011

BuRlEsQuE!!!

Ali, sensibile e determinata ragazza di provincia, un giorno molla tutto per inseguire il suo sogno: diventare una cantante di successo. Si reca a Los Angeles e comincia a tappezzare tutta la città, in cerca di un lavoro, quando incappa, una sera, nell'intrigante Burlesque Lounge, locale gestito dall'eccentrica Tess. Incantata dai balli provocanti, dalle musiche incalzanti e dai colori accesi, Ali tenta in tutti i modi di entrare nel giro e di cantare, ma quello che all'inizio riesce a trovare è l'ennesimo posto come cameriera. La giovane però non si perde d'animo e prende l'opportunità al balzo di restare comunque in quel mondo; comincia a studiare per conto suo i numeri del Burlesque e un giorno, finalmente, si conquista la sua grande occasione e ha un'audizione, che passa. A Tess però, le cose non vanno bene finanziariamente, ed è "braccata" da Marcus, affascinante uomo d'affari, che tenta in tutti i modi di comprare il locale, per costruirvi al suo posto, un grattacielo di 20 piani. Come se non bastasse, Ali ha a che fare con la prima ballerina del Burlesque Lounge, Nikki, che sentendosi minacciata sul lavoro combina un guaio dietro l'altro, creando notevole tensione. Può inoltre mancare l'amore? Ma a questo mi fermo e lascio a voi continuare la ricerca.

La storia è sempre la stessa: giovane, bella, grintosa e talentuosa ragazza di provincia, che un giorno tenta il tutto per tutto e ha successo.
Sicuramente, a dare rilievo a questa pellicola è la presenza che buca lo schermo, di Christina Aguilera nei panni di Ali e di Cher in quelli di Tess. Con le loro voci inconfondibili, infatti, le due dive colorano ulteriormente questo film già di per se appariscente e lo consolidano come un ennesimo loro successo. Cher torna in pista dopo 11 anni dal suo ultimo film e l'Aguilera ha modo di proteggere il suo trono, dalle minacce di LadyGaga, affine a lei per stile e aspetto.
Con dispiacere ho notato che molte canzoni sono praticamente il remix, di alcune del musical Chicago e ci sono anche molti echi a Moulin Rouge; ma si sa, quando si decide di fare questo genere di film è quasi inevitabile non sfiorare questi due, a mio avviso, caposaldi del musical contemporaneo.
A giocare un gioco interessante è inoltre quel "passaggio di scettro" presente in ogni ambito, che anche qui, sottilmente, aggancia molti personaggi tra di loro. Prime fra tutte le stesse Ali e Tess, simili tra loro per tempra e determinazione, che presto creano un legame affettivo, del tipo madre-figlia. Ali è infatti orfana di madre e apparentemente non ha nessuno al mondo; nel film, infatti, nessuna figura genitoriale o familiare ruota attorno alla ragazza, dato forse non casuale, che le vuole conferire ancor più merito, per la sua determinazione e il suo coraggio. Ma il passaggio di scettro non è secondo me, solo tra loro due, si allarga bensì anche a un terzo personaggio, la burrascosa Nikki. Nemesi della stessa Ali, sola al mondo, scontrosa e decisamente poco amichevole, che allontana da se tutto e tutti e si aggrappa con tutta se stessa alla sua unica ancora di salvezza, il lavoro al locale e la stima di Tess. Quando queste sue due uniche cose vengono minacciate, essa esplode e reca danno ad entrambe.
Regia e sceneggiatura di Steven Antin, girato interamente a Los Angeles tra Novembre 2009 e Marzo 2010. Per il ruolo di Nikki erano state prese in considerazione: Lindsay Lohan e Jessica Biel, mentre per quello di Jack, Robert Pattinson, Taylor Lautner e Kellan Lutz (chissà perché questi tre? --_--'' )
Non posso negare che l'ho già visto 2 volte e che lo rivedrei ad oltranza, aggiungendolo alla lista di quei film che, non annoiano mai, proprio come i sopra citati Chicago e Moulin Rouge. I colori del film sono caldi e accoglienti, sono misteriosi e intriganti al medesimo tempo, fattore che istiga ancor più desiderio di visione, nello spettatore. Pelle d'oca nei brani dell'Aguilera, che anche qui non manca di mostrare i suoi "polmoni da mutante" (citazione del film) e il suo innegabile fascino aggressivo.
ASSOLUTAMENTE DA VEDERE E APPREZZARE!

Nessun commento:

Posta un commento