lunedì 30 maggio 2011

X-Men



« La mutazione è la chiave della nostra evoluzione. Ci ha consentito di evolverci da organismi monocellulari a specie dominante sul pianeta. Questo processo è lento e normalmente richiede migliaia e migliaia di anni, ma ogni qualche centinaio di millenni l'evoluzione fa un balzo in avanti. »
(Professor Xavier)

E' secondo voi possibile quest'ipotesi?
Vi siete mai soffermati a pensare che forse esistono persone 'potenziate' o 'evolute', tra di noi?
E cosa succede quando e se pensate questo? Qual'è la vostra reazione?
Provate paura, sdegno, scetticismo, incredulità, oppure restate semplicemente in silenzio, con un ronzio nella testa?
E' proprio su questo punto che ruota il film X-men, tratto dall'omonima serie a fumetti della Marvel, uscito in Italia nel lontano 2000.
Tante persone accomunate da vari poteri, che vivono isolati e mischiati allo stesso tempo, tra tutti 'gli altri'; contesi e in attesa sulla probabile uscita di una legge governativa, che porterebbe alla loro diretta caccia e quindi alla fuga e al nascondiglio.
Protagonista della vicenda è sin dall'inizio una ragazza con lo straordinario e terribile potere di risucchiare l'energia di chi tocca, Rouge, che dopo aver spedito in coma un ragazzo, col quale si stava solo pudicamente baciando, prende e fugge da casa. Nel suo viaggio, la ragazza incontra il sexy e burbero Wolverine, che si guadagna da vivere in combattimenti corpo a corpo, ed è proprio al loro incontro che ha inizio la storia degli X-men, i mutanti, ovvero di tutti quelli che hanno dei poteri. Wolverine e Rouge finiscono in seguito a un incidente stradale, nella scuola del professor Xavier, dove vengono a conoscenza dell'esistenza di altri come loro e di Magneto, che ha in progetto la creazione artificiale di 'esseri speciali', rubando i poteri ai veri x-men.
Avventure rocambolesche, un sottile alone di mistero per tutta la vicenda e in particolare, attorno al personaggio di Wolverine, che non ricorda nulla del suo passato. Effetti speciali all'infinito, azioni, adrenalina, gelosia e amore: c'è tutto!
Amare questo film per tutto questo? Amarlo per la bellezza dei personaggi? Lo amo perché è un film che non mi annoia, che ha una trama ricca di intrecci e di colpi di scena, ricca di senso sul razzismo, sulla diversità, sull'alienazione. E' una trama sempre attuale, anche a distanza di 11 anni!
Per chi l'ha visto: RIVEDETELO;
Per chi non l'ha mai visto: RECUPERATE AL DANNO ;)

2 commenti: