martedì 25 gennaio 2011

Il richiamo della foresta

Buck è un San Bernardo- pastore scozzese e vive nell'assolata Santa Clara, nella famiglia di un ricco signore; è orgoglioso della sua vita e delle sue origini, perché discende da una lunga dinastia di bei cani. Un giorno viene portato via e venduto a un uomo 'dal maglione rosso', che insegna a Buck la 'legge del bastone e della zanna' costringendolo a prendere consapevolezza del suo essere semplice cane. Da qui lunghe sono le peripezie che Buck deve affrontare. Viene comprato da un tale che lo lega a una slitta e gli fa percorrere migliaia di chilometri facendogli rimpiangere la sua vecchia e comoda vita e mettendolo a confronto con altri cani, dei quali assiste persino la morte. Impara a vivere nelle terre selvagge dell'Alaska, a patire il freddo e la fame e in ultimo a riconoscere in se stesso una forza e un richiamo selvaggio tale, da renderlo un cane più unico che raro.
Toccante e famosissimo libro di Jack London uscito nel 1903, mi ha attirata per il titolo intrigante. In seguito ho saputo che, le difficoltà che lo scrittore ha avuto nella pubblicazione di questo libro sono derivate proprio dal titolo che 'non funziona'...
'Il richiamo della foresta' è un vero richiamo, al quale io ho risposto e sono felice di averlo fatto!

Nessun commento:

Posta un commento