mercoledì 28 novembre 2012

I FRATELLI GRIMM E L'INCANTEVOLE STREGA


All'inizio sono due imbroglioni che creano mostri, fantasmi e streghe per poi sconfiggerli e intascarsi il bottino, poi la sparizione di 9 fanciulle, li costringe a fare sul serio.
Jacob e Will Grimm vengono incaricati direttamente dal generale francese che governa la Germania ottocentesca, a recarsi al villaggio di Marbaden, dove le sparizioni hanno luogo.
Li i due fratelli si affidano alla guida di Angelika, avvenente fanciulla dalla singolare indipendenza, che conduce i protagonisti nel cuore della foresta antica, dove una torre solitaria svetta verso i cieli.
Ed è proprio da questa torre che pare provenire l'oscuro potere, dove i corvi si annidano e gli alberi prendono vita.

Di Terry Gilliam con Matt Damon e Heathe Ledger, uscito nel 2005 ha tra gli interpreti Monica Bellucci, che incarna la strega della foresta e Lena Headey quelli di Angelika.


Meravigliosi effetti speciali, trucco e locations rendono I fratelli Grimm e l'incantevole strega  una pellicola che si rivede sempre con piacere, perché non banale e perché è quel genere di film che ben si destreggia tra i difficili generi del fantasy e l'horror.

Ho visto questo film per la prima volta, forse un anno fa e sono rimasta impressionata dalla crudezza delle scene, soprattutto di quella dove Sasha, bambina del villaggio di Marbaden perde tutta la faccia!

La Bellucci si commenta da sola, pur "facendo scena" per la sua indiscutibile bellezza, a livello cinematografico è completamente vuota, mi chiedo se sia un'apposita scelta registica oppure se sia lei a non saper dare di più.
Per quanto riguarda invece Lena Headey, la trovo super!
Perfetta per ruoli da film storico- fantasy, come quello di Ginevra nella miniserie tv 'Merlino', oppure nella Regina Gorgo di '300' rende sia per la sua elegante bellezza, sia per la sua bravura nel recitare.

Anche ne I fratelli Grimme l'incantevole strega vi è la lotta tra realtà e finzione, incarnati dai due fratelli, dove la realtà è Will, radice, materia e materialista della coppia, mentre Jacob è finzione, fantasia e mito.
Chi vincerà?

Nessun commento:

Posta un commento