lunedì 12 novembre 2012

La Donna Lupo

Sarebbe bello poter dire che La Donna Lupo è stato un gran film, ma purtroppo non è cosi.
Questo è il caso di dire che il titolo mi ha fregata e mi ha sedotto proiettando, nel mio immaginario, un film dalla trama sconvolgente.

La realtà è che qui c'è una ragazza che di giorno lavora come assistente sociale e che di notte si concede a qualsiasi tipo di uomo, per puro sesso e basta.
E non ci sono nemmeno avventure di chissà quale tipo!

La protagonista cambia sempre nome e dà ai suoi amanti fugaci, dei numeri sbagliati di telefono.
Si rende irrintracciabile e monta sempre storie diverse di se stessa, sui suoi filmati-documentari.
Chi è? E perché ha scelto questa vita?





1999 regia di Aurelio Grimaldi, con Loredana Cannata, La donna lupo è il mistero di questa ragazza che ama tuffarsi nel mare di Sicilia, di notte e persino quando fa freddo...epurazione fisica e spirituale? Semplice trovata registica per agganciare gli sguardi allo schermo?
Al suo posto mi sarei annoiata un sacco nello spogliarmi di continuo, ora in riva al mare, ora in una piscina e ora nella camera, con zero tensione sessuale, zero lavoro sulla trama o sulla storia.
Unico quesito: posso i video della protagonista essere una chiave di lettura fondamentale per l'intera pellicola?

A voi giudicare.

Nessun commento:

Posta un commento