venerdì 23 novembre 2012

Sei il mio TUTTO






Ti guardo e vedo... TUTTO.
Sei il mio TUTTO, oltre il quale non vi è altro;
oltre il quale gli altri desideri si disintegrano in polvere sul contorno della tua figura;
oltre il quale vi è solo una gioia infinita e risate ... le nostre risate...

Sei il TUTTO che fa male, che brucia come il marchio dell'Amore Impossibile sulla pelle,
fai male come quelle cose bellissime, come le stelle, che però non puoi raggiungere, ne sfiorare e

fai male.

Fai male come il pugno nello stomaco che da crampi e nausea.
Fai male perché la tua bellezza fa male,
il tuo rilucere di purezza fa male.

Fa male quando sorridi o t'incazzi,
fa male quando mi parli e la tua voce è un grido di desiderio interiore, che solo tu che mi capisci puoi ascoltare.

Tutto questo fa male, perché è lontano, troppo lontano da me.

E troppo vicino è l'errore egoico di volerti che può solo danneggiarti.
Come te, me.

Resami conto di non poterti avere, di poterti solo guardare da lontano come il comune uomo fa con le stelle, io mi allontano...
...perché preferisco bruciare arsa da quelle stelle toccandole, piuttosto che vivere in eterno mirandole solamente.



L'uomo vive di emozioni nelle quali si immerge, o contro muri verso i quali decide di schiantarsi, comporti quel che comporti. 

Io non voglio prendere la vita di striscio, ci voglio entrare e farmi pervadere completamente, perché credo sia l'unico senso che ha.

Con te cosa si può avere? E' solo un Amore Impossibile.

Nessun commento:

Posta un commento