mercoledì 16 marzo 2011

LA COSA + DOLCE


Christina(Cameron Diaz) è conosciuta in tutta San Francisco, come "la matta", "la donna inspiegabile", "la mangiatrice di uomini" e da alcuni, "una lesbica". Ma Christina è in realtà una ragazza di quasi 30'anni che non vuole impegnarsi in una relazione e che preferisce usare gli uomini come riempitivi di serate, anziché come ipotetici-futuri-principi-azzurri. Un giorno, tornando a casa con l'amica del cuore Courtney(Christina Applegate) trova l'amica Jane (Selma Blair) in lacrime, perché il fidanzato l'ha mollata. Christina per tirare su l'amica, sperpera le sue preziose perle di saggezze e trascina le 2 ragazze a ballare. In discoteca, la bella bionda conosce Peter (Thomas Jane), ragazzo per bene, che però s'indispettisce alla prepotenza di Christina, che con un pizziccotto sul fondoschiena, vuole incitarlo a conoscere l'amica depressa. Tra i due scocca la mitica scintilla di sarcasmo e veleno che fa scattare in Christina qualcosa d'imprevisto. Nel caos del locale, spunta anche il fratello di Peter, che accenna a un matrimonio che si svolgerà l'indomani nel Somerset. Christina memorizza il posto e torna a casa con Peter in testa e forse, nel cuore. L'amica Courtney, che vuole scrollare Christina ad evolversi, la trascina all'inseguimento di Peter, fino nel Somerset.
Divertente commedia, a tratti fortemente volgare, con "un'ubriaca" Cameron Diaz e una, a mio parere, eccezionale Christina Applegate, che con assurda naturalezza interpreta un ruolo notevolmente fuori dagli schemi. La pellicola è un mix tra 'The Mask' e 'Tutti pazzi per Mary', soprattutto nella scena in cui Jane resta incastrata, mentre fa sesso orale al ragazzo di turno, a causa di un piercing di questo. L'ultimo riferimento è anche per l'inizio del film, che si presenta come un'intervista ai ragazzi che hanno incontrato Christina e ne parlano.
Esilarante per alcune battute, ma non fenomenale. Ci si fanno 4 risate, ma non si sta piegati in 2 dall'inizio alla fine. I messaggi del film sono banali e frettolosamente espressi, in oltre la psicologia dei personaggi è troppo scontata e ricorda moltissimo anche 'Se scappi ti sposo' con Julia Roberts.

Nessun commento:

Posta un commento