mercoledì 16 marzo 2011

Respiro divino


Se soltanto avessi l'occasione di poter vedere... di poter confermare quanto il mio cuore da tempo mi sussurra e ciò che all'esterno mi viene confermato...
Ti cerco disperatamente in ogni dove, scrutando i cuori della gente e le menti dei passanti, ma non ti trovo.
Vorrei incontrarti, guardarti negli occhi, sentirmi avvampare un sorriso fuggito dal mio controllo e poi perdermi in te.
Questo tempo cosi strano, cosi indeciso rispecchia il vacillamento del mio animo, oggi irrequieto e ansioso, domani chissà...
Se poi mi soffermo ad ascoltare il respiro del mondo, il richiamo a un rallentamento, mi rendo conto che poche semplici cose hanno REALE importanza. L'amore, la calma, l'ascolto, l'apertura al flusso della vita; il sintonizzarsi con il canto degli uccellini e il prendere al volo le folate di vento, lasciandosi trascinare altrove. Quando si ha questa capacità d'ascolto, si sa per certo, che nulla può ferirci, nulla può farci del male.
E in questo respiro divino ci sei anche tu, ti sento.

Nessun commento:

Posta un commento